Ritiro Yoga nel deserto

“Nel deserto si recano profeti ed eremiti; viandanti ed esuli lo attraversano. I leader delle grandi religioni vi hanno cercato i valori spirituali e terapeutici del ritiro, non per fuggire ma per trovare la realtà.”

Jon Krakauer, “Into the Wild”

Richiedi informazioni

 OMAN:

dal 25 aprile al 3 maggio 2020

Per informazioni e prenotazioni scrivi a: yoga@vibrazioniyoga.it 

————

Due giorni nella capitale Muscat, tre giorni nel deserto dell’Oman nella zona Wahiba Sands, visita a Sur, uno dei più antichi insediamenti del paese e storico porto commerciale, per poi andare in direzione Ras Al Jinz, per vedere le tartarughe deporre le uova durante la notte. E ovviamente, yoga e meditazione tutti i giorni!

PROGRAMMA

25 aprile: arrivo a Muscat e alloggio presso Al Murooj Grand Hotel.

26 aprile: partenza la mattina per raggiungere Sur, visita della cittadina e alloggio presso il Resort Sur Beach Holiday. Nel pomeriggio, pratica yoga e meditazione in spiaggia.

27 aprile: partenza la mattina per la Riserva Naturale Ras Al Jinz, alloggio presso il Turtle Beach Resort. Nel pomeriggio, pratica yoga e meditazione, e la sera alle 20,30, visita della Ras Al Jinz Turtle Reserve per godere della deposizione delle uova delle tartarughe, si spera, se Madre Natura vuole…

28, 29, 30 aprile: partenza il pomeriggio per il deserto Wahiba Sands, dove alloggeremo per tre notti presso il Desert reatreat Camp. Tutti i giorni dalle 9,00 alle 10,30, e dalle 17,00 alle 18,30, pratica yoga e meditazione. Meditazione serale alle 22,00 e meditazione camminata alle 16,00. Il 30 aprile, nel pomeriggio, tour in jeep di un’ora tra le dune del deserto.

1, 2 maggio: partenza la mattina dal camp nel deserto e ritorno a Muscat presso Al Murooj Grand Hotel. Il 2 maggio giornata libera e visita della città.

3 maggio: partenza e ritorno a Milano.

 

Totale: 1.123 euro a persona

Numero di partecipanti: minimo 6

 

La quota comprende

Pernottamento negli alberghi e nel camp in camera doppia con letti singoli

Colazioni negli alberghi di Sur e Muscat

Colazione e cena nel Turtle Beach Resort

Colazione e cena nel Desert Reatreat Camp

Tour in jeep di un’ora tra le dune del deserto

Ingresso e visita alla Ras Al Jinz Turtle Reserve

Rimborso spese per l’insegnante di yoga, nonché organizzatrice del viaggio

Due jeep 4×4 con autista per il trasporto nelle varie località

 

La quota non comprende

Volo

Assicurazione

Mance

Ingressi nei luoghi d’interesse a Muscat e Sur

Trasferimento dall’aeroporto a Muscat e viceversa

——–

PERCHE’ LO YOGA NEL DESERTO?

Il deserto è un luogo mitico, magico. C’è il Sahara, forse il più famoso, il deserto di Atacama, tra Perù e Cile, il deserto del Gobi in Mongolia, quello del Thar, in India, quello dell’Arabia Saudita, il Namib, il più antico del mondo, quelli in Iran, in Israele, negli Stati Uniti… Sono tante le zone desertiche del nostro pianeta. Luoghi con un fascino senza eguali.

Per il nostro primo ritiro nel deserto, dal 28 dicembre 2017 al 4 gennaio 2018, siamo andati in un luogo unico al mondo: il Wadi Rum, il deserto rosso della Giordania, e abbiamo anche visitato Petra, Amman e fatto un bagno nel Mar Morto!

Ritiro Yoga nel deserto del Wadi Rum: ecco com’è andata!

Il deserto fa innamorare, una volta che ci si è stati ci si vuole tornare. È un po’ come il Mal d’Africa. Nessun posto offre silenzi così profondi, cieli così pieni di stelle, e la meditazione lì è una condizione naturale.

I ritiri yoga nel deserto sono una straordinaria esperienza interiore e una buona occasione per viaggiare e conoscere posti nuovi.

Il diario di viaggio di Linda, partecipante al ritiro Yoga nel deserto in Giordania

Per il nostro secondo ritiro yoga nel deserto abbiamo scelto gli Emirati Arabi. Abbiamo passato due notti e tre giorni nel bel mezzo del nulla, in un campo tendato, e poi due giorni a Dubai, per un po’ di mare e relax.

Ritiro Yoga nel deserto degli Emirati Arabi: ecco com’è andata!

Perché lo yoga cambia la vita,

ma è quando si torna dal deserto

che non si è più gli stessi.